salta al contenuto

Dirigente amministrativo

Dott. Sandro PETTINATO

Tel.: 0461.200410
Fax: 0461.200405
Emaiil: sandro.pettinato@giustizia.it

La struttura amministrativa del Tribunale di Trento di cui fanno parte quattro Sezioni distaccate, è articolata in numerosi Uffici con oltre ottantacinque addetti, ventuno magistrati togati e otto magistrati onorari (GOT).

Costituisce, insieme agli Uffici giudiziari di Rovereto, Bolzano e dei Giudici di Pace, una importante e rilevante struttura organizzativa dell'amministrazione giudiziaria nella Regione Trentino Alto-Adige.

Alcuni di questi Uffici prendono il nome di cancellerie, ossia unità operative con a capo uno o più cancellieri, con compiti di gestione del fascicolo processuale, di ricezione degli atti delle parti nei procedimenti giurisdizionali, di deposito e comunicazione dei provvedimenti, di verbalizzazione delle attività giudiziarie, di certificazione; in sintesi le cancellerie assicurano il corretto ed efficace svolgimento del servizio giustizia.

Accanto alle cancellerie, gli altri uffici svolgono servizi amministrativi in stretta relazione con l'attività processuale (ufficio riscossione, spese anticipate dall'erario, albo dei consulenti tecnici, ecc), oppure funzioni comuni a tutte le amministrazioni pubbliche (Ufficio del personale, ufficio per la gestione risorse strumentali e finanziarie, ufficio protocollo,archivio,ecc.).

La direzione di questa complessa struttura è affidata ad un Dirigente dello Stato (gestione delle risorse umane, delle risorse finanziarie e strumentali), responsabile, assieme al Presidente del Tribunale, dell'intero apparato amministrativo dell'Ufficio giudiziario.

Attualmente (dal 17 dicembre 2007), la Dirigenza amministrativa del Tribunale di Trento è affidata al dott. Sandro Pettinato.

Entrato nell'amministrazione della Giustizia nell'anno 1986 come cancelliere, è stato inquadrato nei ruoli dirigenziali nell'anno 2002; ed ha ricoperto l'incarico di dirigente del Tribunale di Rovereto e dirigente della Procura della Repubblica di Firenze.

Ha svolto precedentemente la libera professione di avvocato negli anni 1985-86, ed ha conseguito diversi titoli di specializzazione e perfezionamento in ambito giuridico-economico, oltre alla formazione manageriale opportunamente predisposta da parte del Ministero della Giustizia.

Collabora con l'Ufficio del Contenzioso presso il Ministero della Giustizia (ufficio di diretta collaborazione del Ministro della Giustizia) per la difesa dell'Amministrazione in giudizio avanti le giurisdizioni speciali del Giudice del lavoro e della Corte dei Conti.